COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE

Egregi Soci,
stiamo ricevendo messaggi in privato e su whatsapp da molti di voi in merito alla possibilità di rientrare in acqua per praticare il windsurf con  tesseramento AICW e FIV last minute…in primis devo dire che, pur capendo l’esigenza di riprendere una vita normale da parte dei praticanti il nostro sport, personalmente ritengo vi siano ben altre priorità tipo far ripartire il lavoro e tutelare la salute pubblica, poi secondariamente devo precisare che AICW gestisce solo il comparto agonistico del nostro sport, su delega FIV,  e non quello amatoriale.
Per venire al tema il DPCM 26 aprile 2020 all’art.  1 lett. G) questo dispone:
“sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da COVID-19, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali.”
Orbene AICW ha già stamattina richiesto a FIV (Federvela) i criteri con cui individuare gli atleti Italiani professionisti e non professionisti di interesse nazionale che potranno riprendere l’attività di allenamento dal prossimo 4 maggio, fatte salve disposizioni diverse regionali, provinciali, di Capitaneria di Porto ecc..
Non appena FIV ci chiarirà i detti criteri sarà cura di AICW comunicarlo immediatamente a tutti i tesserati.
Prendiamo nota dei vostri messaggi ma devo anche notare che, dal 18 maggio, comunque l’attività sportiva dovrebbe riprendere liberamente per tutti, salvo nuova recrudescenza del contagio da Covid-19, situazione deprecabile questa che riporterebbe al lock down per tuttI.
Il Presidente AICW