Campionato zonale Slalom 2013 – 3a prova III Zona Sardegna

 

Download 201306-zonale_Slalom_3CA-bando

 

A.S.D. Windsurfing Club Cagliari
Campionato zonale Slalom 2013 – 3a prova III Zona Sardegna Cagliari, 29-30 giugno 2013
1. Denominazione
2. Località, date e Circolo organizzatore
3. Ammissione, discipline e tesseramento
4. Categorie e validità del Circuito
Bando di regata Terza prova Campionato zonale Slalom 2013 – III Zona Sardegna.
Cagliari, 29 e 30 giugno 2013. Windsurfing Club Cagliari, via Marina Piccola s.n. – 09126 Cagliari 070.372694 – segreteria@windsurfingclubcagliari.org siti web ufficiali: www.windsurfingclubcagliari.org – www.aicw.it
L’ammissione a tutte le regate è libera e non sussiste limitazione alcuna al numero degli iscritti. In linea di massima si predisporranno percorsi con andature portanti. La scelta del percorso e le caratteristiche della partenza sono a discre- zione del Comitato di Regata, secondo le condizioni meteo.
Tutti i concorrenti dovranno essere in regola con il tesseramento AICW 2013 (che è comprensivo dell’assicurazione RC valida per tutto l’an- no solare 2013, come richiesto dalla Normativa Federale) e FIV 2013. Su quest’ultima tessera devono essere obbligatoriamente presenti la dicitura “visita medica B”, comprovante la visita medica sportivo-agoni- stica, e la data di scadenza della visita medica stessa.
Non saranno concesse ammissioni alle regate tramite presentazione del certificato medico in corso di validità all’atto dell’iscrizione. È fatto obbligo ai soci di essere in regola con il tesseramento FIV entro le 48 ore antecedenti le regate. Non saranno accettate iscrizioni FIV in loco. Eventuali concorrenti stranieri saranno estrapolati dalla classifica finale.
Sono previste le seguenti categorie: a. Assoluta (maschile e femminile) b. Masters (nati dal 1977 al 1968) e Grandmasters (nati nel 1967
e anni precedenti) c. Juniores (nati dal 1994 al 2001).
Ogni categoria sarà valida con la partecipazione di almeno tre concor- renti. La validità di ogni singola tappa è subordinata alla disputa di almeno una prova sull’arco delle giornate di regata.
Per la classifica finale del Circuito vengono tenuti presenti i risultati finali di ciascuna delle tappe e non le singole prove. Qualora si dispu- tassero regolarmente tre tappe, non sarà concesso nessuno scarto. Per l’assegnazione del del titolo di Campione zonale saranno conside- rati i soli tesserati della zona FIV di appartenenza.
5. Regolamenti 6. Stazze e materiali
7. Limite del vento 8. Salvagente
9. Prove previste 10. Programma
11. Sistema di punteggio
Le regate saranno disputate in base a: • Regolamento PWA; • Istruzioni di regata e loro eventuali modifiche.
Per quanto concerne i materiali, alle regate Slalom possono essere uti- lizzate tre tavole di produzione di serie, secondo la lista più aggiornata pubblicata dal PWA Registered Slalom Equipment 2013 (validità dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2013) e sei vele.
La larghezza massima delle tavole deve essere di 85 cm, la dimensione massima delle vele deve essere di 10 mq. Per quanto concerne le pinne, possono essere dichiarate pinne con lunghezza massima 60 cm, senza limitazione di numero.
Il Comitato di Regata si riserva la possibilità di effettuare controlli casuali per verificare l’effettiva rispondenza tra il materiale utilizzato in regata e quanto dichiarato sul modulo di iscrizione. Non saranno effettuati controlli ufficiali di stazza ma, in caso di conte- stazioni, potrà essere richiesto l’intervento di uno stazzatore, e il costo dell’operazione sarà addebitato al perdente la protesta.
Il limite minimo del vento in partenza deve essere di 11 nodi. Sarà in ogni caso discrezione esclusiva del Comitato di Regata valutare l’effettiva possibilità di disputare o continuare la prova.
È fatto obbligo a tutti i concorrenti di indossare un idoneo giubbotto salvagente. Tale obbligo non può tuttavia costituire oggetto di protesta tra i concorrenti. Il Presidente del Comitato di regata e gli UdR potranno applicare la regola 69 del regolamento FIV nel caso venissero ravvisate situazioni non corrette.
Sarà disputato il maggior numero possibile di prove, in relazione alle condizioni locali, a discrezione del Comitato di Regata.
Non esiste un programma predefinito. I concorrenti dovranno essere a disposizione del Comitato di Regata alla mattina del primo giorno di re- gata per lo Skippers’ meeting, in un orario che verrà annunciato all’Albo ufficiale dei comunicati entro le ore 20,00 del giorno precedente. Durante lo Skippers’ meeting di ogni giorno sarà comunicato il pro- gramma orientativo della giornata. Tuttavia, salvo diverse disposizioni affisse all’Albo ufficiale dei comunicati entro le ore 12,00 dell’ultimo giorno di gara previsto, nessuna prova potrà avere inizio dopo le ore 19,00 del medesimo giorno.
È fatto obbligo ai concorrenti di presenziare agli Skippers’ meeting, in quanto potranno essere comunicate variazioni alle istruzioni di regata.
Sarà applicato il vigente regolamento ISAF (punteggio minimo). Al primo concorrente 0,7 punti e così via.
12. Istruzioni di regata 13. Iscrizioni e quote
14. Premi 15. Pubblicità
Saranno a disposizione dei concorrenti all’atto dell’iscrizione.
È obbligatoria una prescrizione via e-mail entro e non oltre il 25 giu- gno 2013, con il modulo scaricabile dal sito del Circolo organizzatore e il pagamento della quota di iscrizione di 30 €. Tutti i soci in regola con il tesseramento potranno pagare la quota di iscrizione, salvo diversi avvisi trasmessi ai soci stessi, anche tramite boni- fico sul conto intestato al Windsurfing Club Cagliari (IBAN IT 44 T 07096 04800 000000003321); oltre la data del 25 giugno 2013, e fino a 24 ore prima dell’inizio della regata, l’iscrizione ammonterà a 50 €. Quanti vorranno iscriversi il giorno stesso della regata potranno farlo, ad insindacabile giudizio del Circolo organizzatore, con una maggiorazione delle quota di iscrizione.
I soci che, per qualsiasi motivo, intendono disdire la loro partecipazione, devono inviare comunicazione per email al Circolo organizzatore, i cui recapiti di posta elettronica sono indicati al punto 2 del presente bando, entro e non oltre le ore 24 della giornata precedente l’inizio delle com- petizioni. La quota di iscrizione non sarà rimborsata.
Tutte le iscrizioni dovranno poi essere ratificate, salvo diverso avviso emanato dagli organizzatori, presso la segreteria delle competizioni nella sede delle regate, entro le ore 10.00 del primo giorno di regata, completando i propri dati.
Alle ore 10.00, a meno di diversa comunicazione degli organizzatori, saranno tassativamente chiuse e non verrà più ammesso atleta alcuno alla giornata di regate, indipendentemente dalle cause del ritardo, siano esse personali o di forza maggiore, o dal fatto che abbia o meno tempe- stivamente avvisato, poiché è necessario compilare i tabelloni.
I Soci potranno prendere parte, pagando la quota completa di iscrizione anche solo ad una giornata di regata, accettando il risultato di DNS nel caso si effettuino prove nella giornata.
Si comunica inoltre che è tassativamente proibito far ratificare la presen- za alle regate da colleghi, amici o terze persone. E non sarà ugualmente concesso di trasferire, per qualsiasi motivo, la quota di iscrizione da un socio a un altro o da una regata alla successiva.
Si rammenta che per tutti i concorrenti vige l’obbligo di applicare gli adesivi dell’AICW, in caso contrario l’UdR potrà applicare la regola 69 del regolamento FIV.
Saranno premiati i primi tre della categoria assoluta (maschile e femmi- nile), master, grandmaster, juniores, se gli iscritti per ciascuna categoria saranno più di tre. Con tre iscritti, nella categoria verrà premiato il primo.
Ai sensi della Regulation 20 ISAF, la pubblicità è libera come da regola di Classe.
16. Media
17. Responsabilità
Con l’iscrizione alla regata, ogni concorrente concede automaticamente agli organizzatori il diritto perpetuo di realizzare, utilizzare e mostrare, in qualsiasi occasione e a discrezione dei medesimi, ogni registrazio- ne audio, immagine fotografica, filmato, ripresa video e tv in diretta o registrata, effettuati durante la suddetta regata alla quale prende parte, senza compenso alcuno.
La presenza in acqua di barche di appoggio per i media, così come per gli allenatori o responsabili delle squadre, deve essere autorizzata dal Comitato di Regata.
Come da regola fondamentale ISAF 4, i partecipanti alla regata di cui al presente bando prendono parte alla stessa sotto la loro piena ed esclusi- va responsabilità. I Concorrenti sono gli unici responsabili per la decisio- ne di prendere parte o di continuare la regata.
Gli Organizzatori declinano ogni e qualsiasi responsabilità per danni che possono subire persone e/o cose, sia in terra che in acqua, in conse- guenza della loro partecipazione alla regata di cui al presente bando di regata.
Il Circolo Organizzatore
Windsurfing Club Cagliari