Bando di regata ONE HOUR 2013

bando di regata ONE HOUR 2013

CIRCOLO SURF TORBOLE– Torbole sul Garda – Lago di Garda, Italy

22-23 giugno 2013

COMITATO ORGANIZZATORE:

Circolo Surf Torbole Via della Lova 1, Torbole Sul Garda (TN);

Info: Tel: 0464-505385, fax 0464-548592,

mail: info@circolosurftorbole.com

  1. AMMISSIONE, DISCIPLINE E TESSERAMENTO: L’ammissione a tutte le regate e’ libera con un massimo di 90 atleti più 10 wild cards. Tutti i concorrenti dovranno essere in regola con il tesseramento F.I.V. e AICW (o tessere federali o di classe estere) valide per l’anno 2013. Sulla tessera F.I.V. deve essere obbligatoriamente presente la dicitura “visita medica agonistica (B)”, rilasciata con certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica comprovante la data di scadenza della visita medica stessa.

  • MONTEPREMI E SUDDIVISIONI DI CATEGORIA:

  • 1.000,00

al primo classificato che batte lo storico record di Alberto Menegatti(2012 – 18 lati in 1h 05’ 00’’)

  • n. 7 rimborsi spesa di € 100,00/cad. così suddivisi:

  • 1° classificata femminile;

  • 1° classificato Juniores (nati dal 1994 al 2001);

  • ai primi 5 della classifica generale.

I rimborsi non sono cumulabili.

La validità della manifestazione è subordinata alla disputa di almeno una prova sull’arco delle giornate di regata.

  1. REGOLAMENTI: Le regate saranno disputate in base a: Regolamento ISAF 2013-2016 con particolare riferimento alle disposizioni integrative della FIV; Bando di regata; Istruzioni di regata e loro eventuali modifiche.

  2. STAZZE E MATERIALI: Per quanto concerne i materiali, alla regata possono essere utilizzate: tavole di serie, come da lista ISAF aggiornata, di larghezza massima di 85 cm., e vele di dimensione massima di 10 mq. Le pinne non devono essere più lunghe di 60 cm. Il Comitato di Regata si riserva la possibilità di effettuare controlli casuali per verificare l’effettiva rispondenza tra il materiale utilizzato in regata e quanto dichiarato sul modulo di iscrizione. Non saranno effettuati controlli ufficiali di stazza, ma, in caso di contestazioni, potrà essere richiesto l’intervento di uno stazzatore, e il costo dell’operazione verrà addebitato al perdente la protesta.

  1. LIMITE DEL VENTO: Il limite minimo del vento in partenza deve essere di 11 nodi. Sarà in ogni caso discrezione esclusiva del Comitato di Regata valutare l’effettiva possibilità di disputare o continuare la prova.

  2. SALVAGENTE: E’ fatto obbligo a tutti i concorrenti di indossare un idoneo giubbotto salvagente. Tale obbligo non può tuttavia costituire oggetto di protesta tra i concorrenti.

  3. PROVE PREVISTE E LORO DURATA: Verrà disputata una prova per giorno salvo annullamento della prova in corso o recupero del giorno precedente, in relazione alle condizioni locali, a discrezione del Comitato di Regata. La durata di ogni regata è di 60 minuti dal segnale di partenza (escluse le procedure di partenza). Percorso ammesso: One Hour Classic.

  4. PROGRAMMA: Non esiste un programma predefinito. I concorrenti dovranno essere a disposizione del Comitato di Regata alla mattina del primo giorno di regata per lo Skipper’s meeting, fissato alle ore 11.30 di sabato 22 giugno. Durante lo Skipper’s meeting di ogni giorno verrà comunicato il programma orientativo della giornata. Tuttavia, nessuna prova potrà avere inizio dopo le ore 17:00 dell’ultimo giorno di regata. E’ fatto obbligo ai concorrenti di presenziare agli Skipper’s meeting, in quanto potranno essere comunicate variazioni alle istruzioni di regata.

  5. SISTEMA DI CLASSIFICA: La classifica finale delle diverse regate sarà redatta secondo la migliore prestazione assoluta ( lati percorsi nel minor tempo ) senza alcuna assegnazione o somma di punteggi. Il nuovo record sarà valido solo con regata svolta con vento da sud e campo di regata originale One Hour Classic

  6. ISTRUZIONI DI REGATA: Saranno a disposizione dei concorrenti all’atto dell’iscrizione.

  1. ISCRIZIONI: E’ richiesta la preiscrizione entro IL 15 GIUGNO 2013 COMPILANDO E INVIANDO VIA FAX (0464-548592) O VIA MAIL (info@circolosurftorbole.com) IL MODULO D’ISCRIZIONE PRESENTE SUL SITO www.circolosurftorbole.com. Il modulo deve essere accompagnato da copia di un bonifico bancario di 70,00 euro sul conto corrente bancario numero 16328426 intestato a Circolo Surf Torbole – IBAN IT06 T080 1635 1020 0001 6328426. A partire dal 16 giugno 2013 la quota aumenterà a € 90,00. Tutte le iscrizioni dovranno essere poi perfezionate presso la segreteria del Circolo Surf Torbole, dalle ore 8.30 alle ore 11.00 di sabato 22 giugno. Saranno accettate iscrizioni in loco. Alle ore 11.00 del primo giorno di regata, a meno di diversa comunicazione degli organizzatori, saranno tassativamente chiuse ad eccezione della wild-cards. Si comunica inoltre che è tassativamente proibito far ratificare la presenza alle regate da colleghi, amici o terze persone. E non sarà ugualmente concesso di trasferire, per qualsiasi motivo, la quota di iscrizione da un socio a un altro o da una regata alla successiva. Inoltre, la quota d’iscrizione non verrà per nessun motivo rimborsata.

  2. PUBBLICITA’: Ai sensi della Regulation 20 ISAF, si comunica che potrà essere esposta pubblicità sulle vele e sulle pettorine dei concorrenti (Regulation 20.3).

  3. ADESIVI e LYCRA: I concorrenti sono obbligati ad attaccare gli adesivi (che verranno consegnati durante le iscrizioni) sulle vele, e indossare la lycra, pena la squalifica..

  4. MEDIA: Con l’iscrizione a una regata ogni concorrente concede automaticamente agli organizzatori il diritto perpetuo di realizzare, utilizzare e mostrare, in qualsiasi occasione e a discrezione dei medesimi, ogni registrazione audio, immagine fotografica, filmato, ripresa video e TV in diretta o registrata, effettuati durante la suddetta regata alla quale prede parte, senza compenso alcuno. La presenza in acqua di barche di appoggio per i media, così come per gli allenatori o responsabili delle squadre, deve essere autorizzata dal Comitato di Regata.

  5. RESPONSABILITA’: I Circoli organizzatori declinano ogni eventuale responsabilità per eventuali danni causati a persone o cose sia in mare che in terra.